Mondiali Cortina 2021, via al grande laboratorio della mobilità integrataSituation Room, telecamere, droni, app: Anas, CAV e Veneto Strade uniscono le forze

 

Un occhio puntato sulle strade di Cortina, città sede dei Mondiali di sci 2021 (8-21 febbraio), un nuovo modello di gestione della mobilità, anche in prospettiva futura. Sabato scorso la Vice Presidente della Regione del Veneto Elisa De Berti ha inaugurato con i vertici di Concessioni Autostradali Venete (CAV), Veneto Strade e Anas (Gruppo FS Italiane) la Situation Room di Cortina, fulcro del protocollo d’intesa firmato tra i tre gestori per coordinare un sistema integrato di infomobilità durante la manifestazione, banco di prova dei prossimi Giochi olimpici di Milano-Cortina 2026.

Per quanto riguarda la gestione della mobilità, è stato condotto uno studio sul campo che, analizzando territorio e rete di adduzione, ha individuato quali potrebbero essere le eventuali criticità connesse alla mobilità in presenza di grandi numeri. I protocolli già utilizzati in situazioni simili dai gestori sono stati quindi calati sulla nuova realtà generando un modello ad hoc. “I percorsi realizzativi e organizzativi verso i Mondiali di Sci Cortina - ha detto Claudio Andrea Gemme, Presidente di Anas e Commissario di Governo per l’attuazione del piano straordinario di potenziamento della viabilità per i Mondiali di Sci Cortina 2021 - sono stati contrassegnati da un fattivo spirito di collaborazione. La Situation Room, cogestita da Anas, CAV e Veneto Strade è un importante esempio in tal senso e rappresenta l’occasione per mettere a disposizione degli utenti un efficace sistema integrato di mobilità, prodromica alla mobilità del futuro. Un’esperienza che, unita a un Piano straordinario di potenziamento della viabilità e al piano Smart Road Anas con interventi per un valore complessivo di 267 milioni di euro, lascerà tangibili vantaggi al territorio di Cortina e del Bellunese, anche in vista delle Olimpiadi del 2026”.

(descrizione)

Droni per il traffico. Sul piano tecnico, sono stati messi in campo software e strutture di rete che a Cortina opereranno anche attraverso mezzi mobili delle tre società, su cui sono stati installati dispositivi di monitoraggio. L’unità droni di CAV SpA, sviluppata in partnership con UST Italia, consentirà di inviare immagini in real-time alla sala operativa. I droni, comandati da squadre di piloti certificati e sotto diretto controllo degli operatori di sala, monitoreranno i principali nodi viabilistici grazie a camere zoom ad alta risoluzione. 

Situation Room. Per coordinare il piano operativo, è stato previsto l’allestimento di una Situation Room, una sala operativa con personale e tecnologie messe a disposizione dai tre gestori con il compito di gestire i flussi di traffico e l’informazione all’utenza, oltre a eventuali criticità. Attraverso la piattaforma di mobilità integrata Moova messa a disposizione da Almaviva, la Situation Room si occuperà di diversi aspetti: dal monitoraggio in tempo reale del traffico e dell’occupazione dei parcheggi all’individuazione di eventuali situazioni anomale. 

App Cortina 2021. Sarà possibile infine seguire l’andamento degli aspetti connessi alla mobilità anche attraverso l’App mobile ufficiale di Cortina 2021, dove è presente una sezione di infomobilità contenente tutti gli aggiornamenti in tempo reale.

(descrizione)

 

Partner