L’innovazione che rinforza le barriere stradali su rilevatoFocus su GroundSleeve, la soluzione innovativa Stratec RT adatta a ogni terreno



Dalla ricerca e sviluppo di Stratec RT, innovativa azienda del settore stradale con sede a Bolzano, arriva GroundSleeve, un sistema metallico alettato di rinforzo che, anche grazie al fatto di interessare un maggiore volume di terreno, è in grado di conferire una resistenza aumentata alla barriera stradale di sicurezza. Il dispositivo diventa così un elemento chiave per innescare la corretta deformazione del paletto, in malaugurato caso di impatto, in modo del tutto analogo a quanto avvenuto nel corso del crash test di certificazione (marcatura CE).

(descrizione)Ogni tipologia di GroundSleeve, sottolineano da Stratec RT, va studiata, dimensionata e calcolata in base alla tipologia della barriera e del paletto, nonché in base alle caratteristiche del terreno, alla distanza dal ciglio stradale e ad altre situazioni particolari eventualmente presenti. GroundSleeve, in generale, rispetta pienamente la norma comunitaria EN 1317-5, in quanto con le proprie caratteristiche geometriche e meccaniche non modifica la barriera certificata, ma interviene solo sul terreno per garantire, come detto, una maggiore resistenza all’urto.

Il dispositivo è adattabile a tutte le sezioni di montanti presenti sul mercato ed è di rapida e facile installazione, anche a rinforzo di barriere esistenti (in questo caso ne esiste una versione particolarmente idonea, GroundSleeve RS1). Installarlo per l’ente gestore significa sostanzialmente poter contare su un “alleato” che consente di avere, in ogni punto della rete, una barriera che si comporta esattamente come avvenuto in campo prove, nonostante le difformità dei terreni. E questo è anche motivo di salvaguardia e tutela giuridica per lo stesso ente in caso di incidenti stradali.

(descrizione)Stratec RT, da parte sua, con la fornitura del prodotto propone anche il servizio gratuito di elaborazione, calcolo e dimensionamento del sistema. GroundSleeve, in conclusione, si propone come una risposta tecnica più che esaustiva all’esigenza condivisa di disciplinare ulteriormente il settore, rispetto a quanto fatto finora dalle norme vigenti, con maggiore attenzione alle condizioni reali di installazione. Va proprio in questa direzione, per esempio, l’emanazione della UNI/TR 11785 del maggio 2020, il documento tecnico di supporto per la redazione del manuale per l'utilizzo e l'installazione dei dispositivi di ritenuta stradali su rilevato.

 

Partner