Vision Rail: dalla lezione del Frejus alle innovazioni per i treni del futuroDomani, 150° del Traforo, seminario TELT dedicato alle tecnologie della Torino-Lione e di BBT



Come saranno i treni del futuro? Per scoprirlo occorre partire dal passato, quello più nobile, quello legato per esempio alla realizzazione del Traforo Ferroviario del Frejus, opera grande italiana e insieme internazionale che compie 150 anni esattamente domani, 17 settembre.

È proprio da qui che partirà il workshop dedicato all’ingegneria al servizio della realizzazione di grandi gallerie organizzato da TELT proprio domani nell’ambito del ciclo Vision Rail, un’iniziativa che si colloca nella cornice degli eventi promossi dalla Commissione Europea per l’Anno Europeo della Ferrovia 2021

La prima sessione del ciclo si è tenuta il 16 giugno ed ha approfondito il tema della ferrovia nell’ottica del Green Deal europeo. La terza e conclusiva sessione si terrà il 10 novembre e sarà dedicata all’intermodalità. Per tutte le informazioni sulla rassegna il sito web di riferimento è quello della stessa TELT (clicca qui).

(descrizione)

Alcuni relatori dell’evento di domani si collegheranno dall’Accademia Albertina di Torino, che ha avuto ed è un ruolo speciale nella conservazione della memoria di opere d’ingegno quali il Frejus. Ci saranno Paola Gribaudo, Presidente dell'Accademia, Mario Virano, Direttore generale di TELT e Pasquale Cialdini, segretario dell’Associazione del Genio Civile, che animeranno la parte storica, o di valorizzazione della nostra grande storia infrastrutturale.  

Nella seconda parte, dedicata al presente e al futuro, verranno raccolte le testimonianze dei responsabili tecnici di due grandi opere ferroviarie europee attualmente in esecuzione, la Torino-Lione da una parte e la Galleria di Base del Brennero dall’altra. Previsti interventi di Giuseppe Venditti e Francesco Troncone (BBT), Lorenzo Brino e Xavier Baumgard (TELT) e altri specialisti.

A loro il compito di scattare una fotografia delle opere e di portare gli spettatori dentro due laboratori d’eccellenza e innovazione, concentrati nella realizzazione di opere d’ingegneria civile di alta qualità, nonché nella preparazione di esperienze di viaggio sempre più rapide, confortevoli, ambientalmente sostenibili e in cui la digitalizzazione reciterà un ruolo primario. 

Modera il seminario Fabrizio Apostolo, direttore editoriale di leStrade.