leStrade web

logo fiaccola                     Facebook  Twitter  Google  Pinterest                          cookie policy

Banner Volvo CE

A+ A A-

Obiettivo internazionalizzazione

I mercati esteri come punto di svolta: un caso italiano di successo

L’internazionalizzazione è stata il punto di svolta per la crescita di 3TI Progetti. Nel 2012 le strategie aziendali hanno oltrepassato i confini italiani. Guardare oltre il mercato domestico, ancora oggi in una fase di debolezza, è stato il logico approdo di un’azienda in costante crescita sia in termini di fatturato (superati i 25 milioni nel 2016 di cui l’80% all’estero) sia in quanto a organizzazione, che oggi conta circa 300 qualificati professionisti provenienti da 20 paesi diversi e che parlano 14 lingue differenti.

Il Middle East dove, tra l’altro, la tradizione progettuale e le metodologie di lavoro italiane sono da sempre fortemente apprezzate, è apparsa la meta più prolifica e nella quale sono stati realizzati i progetti di maggior prestigio come le metropolitane di Riyadh e Doha. Fondamentale è stato anche investire in nuove tecnologie, in particolare sul BIM, ap- plicato in maniera sistematica nei progetti più importanti, per poter competere ad armi pari con le grandi società internazionali e soddisfare le esigenze dei committenti che ormai richiedono espressamente il ricorso a tale tecnologia. Nel 2017, che ha rappresentato un anno “storico” avendo raggiunto i “primi” vent’anni di attività, la società ha consolidato la presenza sui mercati di riferimento e allargato le attenzioni verso paesi a più alto tasso di industrializzazione quali la Francia (“Gran Paris”) e la Scandinavia. Ma l’internazionalizzazione non distrae la società dal mercato domestico dove nei prossimi anni sarà coinvolta, tra l’altro, nei grandi progetti dei trafori alpini, Brennero e Lione-Torino. In Italia, al momento, 3TI Progetti è anche impegnata nel progetto per il nuovo Porto Offshore di Venezia, in partnership con la multinazionale cinese CCCC che rappresenta il punto terminale dell’ambizioso progetto di collegamento tra la Cina e l’Europa denominato “One belt - One road”, e che, una volta realizzato, sarà il più grande porto con queste caratteristiche al mondo.

www.3tiprogetti.it

Torna in alto
doto vuoto

Login or Register

LOG IN

Register

Registrazione utente