leStrade web

logo fiaccola                     Facebook  Twitter  Google  Pinterest                          cookie policy

Banner Volvo CE

A+ A A-

Enertun, il concio energetico brevettato dal Politecnico di Torino

Riscaldare gli ambienti in inverno e rinfrescarli in estate. Basta un semplice “concio” e il gioco è fatto. Stiamo parlando del noto blocco di pietra – prefabbricato in calcestruzzo o materiale metallico - destinato al rivestimento delle gallerie. Si chiama Enertun il primo “concio energetico”, brevettato dal gruppo di ricerca Rockmech in collaborazione tra Politecnico di Torino, Infra.To e Consorzio Integra (CMC), attraverso il bando Proof of Concept, ed è già installato nella tratta Lingotto-Bengasi della linea 1 della metropolitana di Torino, in fase di costruzione. concio energetico interna

Il concio viene integrato con tubi contenenti un fluido termovettore (preferibilmente glicole propilenico miscelato con acqua, in grado di lavorare anche a temperature inferiori a -20 °C), sfruttando il principio della geotermia, ovvero: scambia il calore con il terreno circostante e lo trasporta in superficie. La rete di tubi è in grado di resistere ad alte pressioni e temperature e alla corrosione. Oltre che per rivestimenti ad anelli di gallerie e il conseguente riscaldamento della struttura, il concio energetico viene adoperato anche per diminuire le perdite di carico dell’impianto e per riscaldare/rinfrescare gli edifici tramite un sistema energetico sostenibile e rinnovabile.

Torna in alto
doto vuoto

Login or Register

LOG IN

Register

Registrazione utente